Per restare sempre aggiornati sulle ultime novità dell'hotel e su ciò che succede in città!.
Tutti i contenuti sono fruibili tramite feed RSS in tempo reale.

Aumento tassa di soggiorno

Misura del contributo

1. il contributo di soggiorno per i pernottamenti effettuati nelle seguenti strutture è

pari a:

a) Euro 4,00 al giorno per persona negli agriturismi e nelle residenze turistiche

alberghiere;

b) Euro 3,50 al giorno per persona nei bed and breakfast e negli affittacamere;

c) Euro 3,50 al giorno per persona nelle case e appartamenti per vacanze e nelle

case per ferie;

2. il contributo di soggiorno per i pernottamenti effettuati negli alberghi è pari a:

a) Euro 3,00 al giorno per persona negli alberghi a 1 stella;

b) Euro 3,00 al giorno per persona negli alberghi a 2 stelle;

c) Euro 4,00 al giorno per persona negli alberghi a 3 stelle;

d) Euro 6,00 al giorno per persona negli alberghi a 4 stelle;

e) Euro 7,00 al giorno per persona negli alberghi a 5 stelle;

7

3. il contributo di soggiorno di cui ai commi 1 e 2 è applicato fino ad un massimo di

dieci pernottamenti consecutivi nell’anno solare purché effettuati nella medesima

struttura ricettiva;

4. il contributo di soggiorno è pari a Euro 2,00 al giorno per persona, per i

pernottamenti effettuati nelle strutture ricettive all’aria aperta – campeggi ed aree

attrezzate per la sosta temporanea ed è applicato fino ad un massimo di cinque

pernottamenti consecutivi nell’anno solare purché effettuati nella medesima

struttura ricettiva;

5. il contributo è applicato fino ad un massimo di dieci pernottamenti complessivi

nell’anno solare, di cinque per le strutture ricettive all’aria aperta, campeggi ed

aree attrezzate per la sosta temporanea, solo in riferimento a persone che, anche in

modo non continuo alloggiano per periodi prolungati di tempo, contrattualmente

prefissati, presso le strutture ricettive che accolgono coloro che pernottano per

frequenza effettiva di corsi di studio che siano attestati dalle rispettive università o

enti di formazione, accreditati presso gli enti territoriali, nonché per tutti i

lavoratori che pernottano in città, per ragioni dovute al loro lavoro, purché

documentabili ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. n. 445 del 2000 e

successive modificazioni.”;